NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Articoli Blog

Vangelo del Giorno

News

Festa di Sant'Antonio di Padova 2020

Domenica 31 Maggio

Ore 19:00 Santa Messa con inizio tredicina

 

Venerdì 12 Giugno

Ore 16:30 Benedizione dei bambini ed omaggio floreale al santo, presso Piazzale Ibico

Ore 18:30 Santo Rosario a seguire Santa Messa, presso Piazzale Ibico

 

Sabato 13 Giugno - Festa di Sant'Antonio

SS. Messe ore 7:30 - 8:30 - 10:30 - 11:30, presso Piazzale Ibico

Ore 18:30 Messa prefestiva del Corpus Domini, presso Piazzale Ibico

 

Dopo la Santa Messa ci sarà un momento di preghiera rivolta a Sant'Antonio e benedizione con la reliquia del santo

Leggi tutto...

Indicazioni per partecipare alla Messa

Da Lunedi 18 maggio si potrà ritornare in chiesa con Ie precise disposizioni del Governo e deIIa Conferenza Episcopale italiana. Le Messe saranno celebrate neIIa chiesa parrocchiale con una capienza di 100 posti a sedere.

Leggi tutto...

Links Utili

Un nemico da combattere

Dal vangelo secondo Luca (4,38-44)

SPUNTI DI RIFLESSIONE

Gesù opera un miracolo nella famiglia di Pietro. Pietro dovrà essere consolidato in maniera particolare nella fede, perché ha una missione speciale. Gesù gli guarisce la suocera, colpita da una forte febbre. Il Vangelo usa la rara espressione che Gesù «comandò» alla febbre di partirsene: la tratta come una potenza ribelle che deve riconoscere in lui il più forte e retrocedere. Gesù è il redentore degli infermi. Il peccato è la malattia che più rovina l'uomo. Gesù redime l'uomo dal peccato. Egli vede la malattia come un nemico da combattere. Darà ai suoi apostoli il potere di guarire gli infermi. Tutto l'uomo è opera di Dio, corpo e anima; perciò anche tutto l'uomo, corpo e anima, dev'essere guarito da Cristo e partecipare con Cristo agli splendori della gloria.

Liberi per il bene
La malata giace a letto. Come un medico, Gesù si pone vicino al suo capo. Chinatosi sopra di lei: alla febbre viene rivolta la stessa parola di comando che era stata rivolta al demonio. Ed è efficace. Immediatamente subentra la guarigione. Nulla può opporsi alla parola di Dio pronunciata da Gesù.
All'inizio del vangelo di Luca questo miracolo, un piccolissimo segno (si tratta di una semplice guarigione dalla febbre) ha un grandissimo significato che fa da chiave interpretativa per tutti i miracoli che seguono.
Se la potenza della sua Parola vince oggi il male, una volta liberati dal male, si è finalmente liberi per il bene che è il "servizio".

LA PAROLA PER ME OGGI

Gesù è venuto per renderci come Lui, capaci di servire. Liberati dal male siamo liberi per il bene, che è amare con i fatti e in verità. La suocera di Pietro ha servito Gesù e i discepoli, tu oggi cosa puoi fare?

Gesù libera e guarisce

FacebookTwitterDiggGoogle BookmarksLinkedinPinterest