NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Articoli Blog

Vangelo del Giorno

News

Nostro Parroco eletto Custode Provinciale

Il nostro parroco Padre Giorgio Tassone è stato eletto Custode Provinciale di Calabria dei Frati Minori Conventuali.

Leggi tutto...

Links Utili

Coloro che lo toccavano venivano guariti

Dal vangelo secondo Luca (6,12-19)

Tutta la folla cercava di toccarlo, perché da lui usciva una forza che sanava tutti.

SPUNTI DI RIFLESSIONE

Una notte in preghiera.

I nemici di Gesù stanno facendo un fronte unico. E Gesù forma un gruppo stabile tra i suoi: sceglie i dodici che saranno i suoi apostoli. Prima di questa decisione così importante Gesù trascorre un'intera notte in preghiera. Il premio Nobel Alexis Carrel ha queste parole riguardo alla necessità della preghiera:
«La preghiera stampa un'impronta incancellabile nei nostri atti e nelle nostre sembianze. In coloro che sanno valutarla, la preghiera infonde un aspetto calmo, tranquillo; i lineamenti sereni, il comportamento limpido sono manifestazioni esterne della pace. Per di più nell'intimo dello spirito la preghiera accende una luce splendente; la preghiera fa comprendere gli errori, le vanità, le gelosie, l'avarizia. Intellettualmente chi è dominato dalla preghiera si fa più umile e cosi inizia la sua giornata di lavoro con lo slancio di un'anima che va verso la grazia. La preghiera è una forza che agisce sulla persona umana con la stessa concretezza ed efficacia con cui la forza di gravità agisce sulla terra. Durante la mia carriera di medico più di una volta ebbi occasione di vedere uomini che, nonostante fosse fallita in loro ogni specie di terapia, vincevano il male e dominavano la loro depressione con l'aiuto sereno della preghiera. Un miracolo nascosto e silenzioso avviene tutti i giorni, e tutte le ore, nel cuore di coloro che dalla preghiera attingono una perenne fonte di energia».

LA PAROLA PER ME OGGI

Prima di ogni nostra azione mettiamoci oggi in preghiera, non tanto esponendo i nostri desideri ma ascoltando i desideri di Dio. La preghiera è l'unica forza per superare la "notte".

LA PAROLA SI FA PREGHIERA

Dalla tua notte in comunione con il Padre nasce la comunità dei tuoi fratelli. Ti ringrazio, Signore, perché hai scelto persone comuni, ricche di cuore e di difetti, in modo che nessuno possa sentirsene escluso.

L'amore fraterno

FacebookTwitterDiggGoogle BookmarksLinkedinPinterest